Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Divorzio

Trascrizione in Italia di un divorzio fatto in Thailandia

1) Nel caso in cui il divorzio sia consensuale e senza figli minori potra’ essere trascritto in Italia sulla base del solo atto di divorzio rilasciato dal Comune thailandese competente.
Per richiederne la trascrizione, gli interessati dovranno presentare in Ambasciata, previo appuntamento online, la seguente documentazione:
– Atto di divorzio (modello Kor Ror 6), debitamente legalizzato del Ministero degli Affari Esteri thailandese e tradotto in italiano;
– Copia conforme degli accordi di divorzio, debitamente legalizzata del Ministero degli Affari Esteri thailandese e tradotta in italiano;
– Estratto di matrimonio rilasciato dal Comune italiano;
– Copia dei passaporti degli interessati;
– Moduli di richiesta trascrizione disponibili sul sito alla sezione “modulistica”.

N.B. Si raccomanda ai connazionali di richiedere espressamente al Comune thailandese anche la copia conforme degli accordi consensuali. In assenza di tale documento, esplicitamente citato nell’atto di divorzio, il Comune in Italia rigetterebbe la richiesta di trascrizione.

 

2) Laddove il divorzio sia non consensuale o la coppia abbia figli minori, dovrà essere trascritto in Italia sulla base di una Sentenza di divorzio emessa da un Tribunale thailandese.
Per richiederne la trascrizione, gli interessati dovranno presentare in Ambasciata, previo appuntamento ex portale Prenot@mi, la seguente documentazione:

– Atto di divorzio (modello Kor Ror 6), debitamente legalizzato del Ministero degli Affari Esteri thailandese e tradotto in italiano;
– Copia conforme degli accordi di divorzio, debitamente legalizzata del Ministero degli Affari Esteri thailandese e tradotta in italiano;
– Sentenza di divorzio emessa dal Tribunale thailandese, debitamente legalizzata del Ministero degli Affari Esteri thailandese e tradotta in italiano;
– Pronuncia di passaggio in giudicato della sentenza emessa dal Tribunale thailandese, debitamente legalizzata del Ministero degli Affari Esteri thailandese e tradotta in italiano;
– Estratto di matrimonio rilasciato dal Comune italiano;
– Copia dei passaporti degli interessati;
– Moduli di richiesta trascrizione disponibili sul sito alla sezione “modulistica”.

N.B. Ai sensi della normativa italiana il divorzio deve essere pronunciato necessariamente da un Tribunale anche nel caso in cui la coppia abbia figli maggiorenni incapaci, con gravi disabilità, o economicamente non autosufficienti.