Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

CAMBOGIA: Aggiornamento sulla normativa di ingresso.

Le Autorita’ cambogiane hanno comunicato che e’ ora possibile, per tutti i cittadini stranieri e per tutte le ragioni – incluso il turismo -, entrare nel Paese. E’ tornato possibile richiedere il visto online sul seguente portale: www.evisa.gov.kh Non e’ possibile, invece, richiedere il visto in frontiera.

Coloro che sono vaccinati con ciclo completo possono entrare in Cambogia affrontando una quarantena di 7 giorni. Per farlo, oltre al visto devono possedere:

– Test COVID19 negativo, effettuato entro le 72 dall’arrivo in Cambogia.

– Certificato che attesti il completamento del ciclo vaccinale e la data delle inoculazioni.

– Prenotazione in uno degli hotel di cui all’elenco allegato. Nel caso l’interessato non sia in possesso della suddetta prenotazione, verra’ trasferito in una struttura di quarantena governativa e, in frontiera, verra’ chiesto il pagamento di 1.000 USD a copertura delle relative spese.

– Assicurazione sanitaria, che comprende copertura del COVID19, che – per disposizione delle Autorita’ cambogiane – deve essere acquistata qui: https://www.forteinsurance.com/covid-19-insurance/

Solo per coloro la cui tipologia di visto prevede il possesso un permesso di lavoro valido (“work permit”), questo puo’ essere richiesto per la prima volta o puo’ essere rinnovato se scaduto accedendo al seguente portale gestito dal Ministero del Lavoro cambogiano: allegato

La mancanza o irregolarita’ formale di uno solo dei documenti di cui sopra comporta il diniego di ingresso nel Paese. All’arrivo in Cambogia, gli interessati sono sottoposti ad un test rapido per il COVID e, se negativi, trasferiti nella struttura designata per la quarantena. Al sesto giorno di quarantena viene effettuato un secondo test, con metodo RT/PCR; se il risultato e’ negativo, gli interessati terminano la quarantena il settimo giorno. In caso uno dei due test di cui sopra risulti positivo, gli interessati sono presi in carico dalle locali Autorita’ sanitarie.

Coloro che non sono vaccinati con ciclo completo possono entrare in Cambogia affrontando trascorrendo un periodo di quarantena di 14 giorni. Per farlo, oltre al visto devono possedere:

– Test COVID19 negativo, effettuato entro le 72 dall’arrivo in Cambogia.

– Prenotazione in uno degli hotel di cui all’elenco allegato. Nel caso l’interessato non sia in possesso della suddetta prenotazione, verra’ trasferito in una struttura di quarantena governativa e, in frontiera, verra’ chiesto il pagamento di 2.000 USD a copertura delle relative spese.

– Assicurazione sanitaria, che comprende copertura del COVID19, che – per disposizione delle Autorita’ cambogiane – deve essere acquistata qui: https://www.forteinsurance.com/covid-19-insurance/

Solo per coloro la cui tipologia di visto prevede il possesso un permesso di lavoro valido (“work permit”), questo puo’ essere richiesto per la prima volta o puo’ essere rinnovato se scaduto accedendo al seguente portale gestito dal Ministero del Lavoro cambogiano: https://www.fwcms.mlvt.gov.kh/

La mancanza o irregolarita’ formale di uno solo dei documenti di cui sopra comporta il diniego di ingresso nel Paese. All’arrivo in Cambogia, gli interessati sono sottoposti ad un test rapido per il COVID e, se negativi, trasferiti nella struttura designata per la quarantena. Al tredicesimo giorno di quarantena viene effettuato un secondo test, con metodo RT/PCR; se il risultato e’ negativo, gli interessati terminano la quarantena il quattordicesimo giorno. In caso uno dei due test di cui sopra risulti positivo, gli interessati sono presi in carico dalle locali Autorita’ sanitarie.