Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

CURE MEDICHE URGENTI IN ITALIA – AUTOCERTIFICAZIONE DELLO STATUS DI EMIGRATO

Si informa che i cittadini italiani residenti all’estero, titolari di pensione corrisposta da enti previdenziali italiani o aventi lo status di emigrato, hanno diritto ad accedere in Italia a prestazioni ospedaliere urgenti, a titolo gratuito e per un periodo massimo di novanta giorni nell’anno solare, qualora gli stessi non abbiano una copertura assicurativa, pubblica o privata, per le suddette prestazioni sanitarie.

I cittadini italiani residenti all’estero possono dimostrare lo status di emigrato presentando una semplice autocertificazione alla competente ASL. Nell’autocertificazione il cittadino deve specificare:

A – di essere nato in Italia, di possedere la cittadinanza italiana, nonche’ di risiedere all’estero, indicando il Comune di iscrizione AIRE.

oppure 

B – di essere nato all’estero, di possedere la cittadinanza italiana, di aver risieduto in Italia, indicando il Comune di iscrizione all’Anagrafe della popolazione residente (ANPR), di risiedere attualmente all’estero ed essere quindi iscritto all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (AIRE).

Quanto precede è stato confermato dal Ministero della Salute con Nota n. 2561 del 13 aprile 2016. Lo status di emigrato e residente all’estero non deve pertanto più essere certificato dall’Ufficio consolare italiano competente per territorio.