Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

REFERENDUM – INDAGINE SUL FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA

La mattina del 30 marzo 2016 l’Ambasciata ha provveduto a trasmettere il materiale referendario a tutti gli aventi diritto tramite il servizio postale thailandese. Alla spedizione ha assistito personale italiano. Gli indirizzi utilizzati sono quelli di residenza registrati agli atti consolari. Le schede votate qui pervenute sono state inviate in Italia per lo spoglio, come previsto dalla normativa.
 

I primi dati disponibili non denotano particolari anomalie e la percentuale di votanti è in linea con quella della circoscrizione estero.

 

Sono stati tuttavia segnalati alcuni casi di mancata ricezione del plico elettorale o di ricezione con molto ritardo, tale da aver impedito la spedizione della scheda votata in tempo utile per l’arrivo in Ambasciata entro le ore 16.00 del 14 aprile.

 

Questa Ambasciata sta valutando l’andamento del sistema (compresa l’affidabilità delle poste ordinarie thailandesi), con l’obiettivo di raccogliere elementi utili a proporre ogni possibile, futuro miglioramento finalizzato a favorire l’esercizio del diritto di voto.

 

A tal fine, si invitano i connazionali maggiorenni regolarmente iscritti in AIRE, e quindi aventi diritto al voto, a inviare una email a consolare.bangkok@esteri.it comunicando:

 

1.       se non hanno ricevuto il plico elettorale

2.       se lo hanno ricevuto dopo il 6 aprile 2016

 

Chi ha ricevuto regolarmente il plico è pregato di non rispondere.

 

Si attira l’attenzione sull’importanza che l’indirizzo di effettiva residenza corrisponda a quello registrato agli atti consolari.

L’aggiornamento di tale indirizzo è un dovere del cittadino e può essere effettuato via email trasmettendo l’apposito modulo compilato e firmato ed allegando un documento


 

Tale indirizzo è l’unico a disposizione dell’Ambasciata per comunicazioni ai connazionali, tra cui quelle relative al voto. Si ricorda inoltre l’importanza di comunicare ogni modifica di indirizzo email e di numero di telefono, fisso e cellulare.