Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

THAILANDIA: AGGIORNAMENTI SITUAZIONE COVID19

Data:

04/01/2021


THAILANDIA: AGGIORNAMENTI SITUAZIONE COVID19

Alla luce dell’incremento registrato nel numero di nuovi casi di Coronavirus registrati in 52 province, il Governo del Regno di Thailandia ha disposto le seguenti misure di contenimento della pandemia, con efficacia a partire dal 4 gennaio:

1. Chiusura di scuole e istituti scolastici.
2. Divieto di organizzazione di attività che comportano un rischio elevato di contagio: assembramenti, seminari, festeggiamenti, ricevimenti, distribuzione di cibo.
3. Chiusura, a discrezione dei governatori provinciali, dei luoghi a rischio, che includono pub, bar, karaoke, etc.
4. Sono stabilite le seguenti condizioni per le aperture e il funzionamento dei locali nelle c.d. “zone di massima attenzione” o zone rosse (28 province elencate in fondo a questo avviso):

(a) Locali che effettuano distribuzione di alimenti e bevande: il numero dei clienti in presenza nel locale deve essere limitato, privilegiando la vendita da asporto. Il Centre of Covid19 Situation Administration (CCSA) del Governo thailandese valuterà le modalità più appropriate di applicazione di questa misura per ciascuna provincia.
(b) E’ vietato il consumo di bevande alcoliche nei ristoranti, pub e bar.
(c) Centri commerciali, community mall, fiere, conference hall, centri di esposizione, centri commerciali di convenienza, supermercati, o simili possono aprire salvo il rigoroso rispetto delle misure preventive stabilite dalle Autorita’ sanitarie.

5. I governatori provinciali possono assumere ulteriori misure e in particolare chiudere, limitare o proibire luoghi o locali o mezzi e sospendere qualsiasi attività ritenuta a rischio nelle proprie aree di competenza.
6. Controlli degli spostamenti tra province: le persone provenienti da altre province e specialmente dalle “zone di massima attenzione” (zone rosse) sono soggette a controlli. I movimenti fra province sono scoraggiati.
7. Viene richiesto agli operatori privati di applicare modalità di lavoro agile, che possono includere: lavoro a distanza, giorni di lavoro alterni o orari di lavoro differenziati di inizio e fine, per ridurre l’affollamento sui mezzi e nei luoghi pubblici attraversati per raggiungere il posto di lavoro.
8. La CCSA puo’ proporre al Primo Ministro ulteriori modifiche delle misure di cui sopra, sulla base dell’evoluzione della situazione epidemiologica.

Per la citta’ di Bangkok, la Bangkok Metropolitan Administration (BMA) ha inoltre disposto, a partire da martedi’ 5 gennaio, l’obbligo per i ristoranti di effettuare solo servizi da asporto nella fascia oraria dalle 19:00 alle 06.00.
Le scuole a Bangkok sono chiuse fino al 31 gennaio.

Elenco zone di massima attenzione:
1. Bangkok
2. Kanchanaburi
3. Chantaburi
4. Chachoengsao
5. Chumporn
6. Chonburi
7. Trat
8. Tak
9. Nakhon Nayok
10. Nakhon pathom
11. Nonthaburi
12. Pathum Thani
13. Prachuap Kiri Khan
14. Prachin Buri
15. Phranakhon Sri Ayuthaya
16. Phetchaburi
17. Ratchaburi
18. Ranong
19. Rayong
20. Lopburi
21. Singburi
22. Samut Prakan
23. Samut Sakhon
24. Samut songkram
25. Suhanburi
26. Sakaeo
27. Sarabutri
28. Angthong

Si raccomanda di attenersi alle misure adottate dalle autorita’, sia centrali che locali, e di rispettare il distanziamento sociale. E’ possibile che vengano introdotte a breve limitazioni negli spostamenti per coloro che provengono dalle 28 province di massima attenzione (‘Zone rosse’).


669